I love English. Come migliorare l’inglese in 4 mosse

La lingua inglese è una competenza ormai data per scontata, ma qual è realmente il tuo livello di inglese? Quasi tutti sanno parlarlo e ogni giorno veniamo a contatto con termini in inglese, soprattutto lavorando in certi settori. Molto spesso inseriamo termini inglesi – meeting, coach, training, experience, full immersion, non ti dicono nulla? – nel nostro parlato comune (sebbene via sia un corrispettivo nella lingua italiana) perché alle volte rendono meglio l’idea, altre ci rendono più sofisticati e poliglotti.

Parlarlo però il più fluentemente possibile, sapendo cambiare registro, conoscendo anche le diverse sfumature e il giusto lessico non è per tutti. Io stessa continuo a studiarlo giornalmente e, più approfondisco più mi accorgo che c’è un mondo da scoprire.

Dopo aver letto l’interessantissima newsletter di Hillary Schepps, della scuola di lingue Intuition, e mio collegamento su LinkedIn, ho pensato di condividere con te i metodi che uso per migliorare la lingua inglese.

Spero ti siano utili.

Tandem linguistico

La bicicletta biposto? No, non proprio.

Il tandem linguistico è un efficace metodo di apprendimento di una lingua straniera. Consiste nel conversare con un partner di un’altra lingua e cultura. Come? Attraverso una conversazione alternata. Ad esempio, parlando per mezz’ora in italiano e per la seconda mezz’ora in inglese. Possono avvenire sia in modalità offline, attualmente impraticabile, che online.

Al momento io ho due partner linguistici con cui faccio delle conversazioni. Una ragazza che abita a Londra e un ragazzo californiano che attualmente abita in Italia.

Oltre a implementare la lingua, hai anche la possibilità di scoprire piccole curiosità sulla cultura e sulle usanze del tuo partner linguistico oltre magari a creare una nuova amicizia.

Guardare i film e serie in lingua originale (o selezionare l’inglese come lingua)

In questi ultimi mesi passiamo molto più tempo a casa del solito. Tra le varie attività, sicuramente ci sarà una bella fetta spesa davanti alla tv o al pc consumando contenuti video, serie e film su Netflix, Sky, Prime Video, Infinity ecc. Perché non unire allora al dilettevole anche l’utile?

Prova per una volta a guardare la tua serie preferita oppure un film che già conosci, o anche uno vecchio che hai già visto, in inglese. Non capirai tutto al 100%, ma sarà un ottimo modo per abituarti alla lingua, ai differenti accenti, alle pronunce e così via.

La prima volta sarà difficile, ma man mano che andrai avanti, diventerà sempre più semplice. L’ultimo film che ho visto in inglese è Guardiani della Galassia della Marvel – o per dirlo in inglese Guardians of Galaxy.

Io solitamente non utilizzo i sottotitoli per sforzarmi a capire quanto più possibile e per focalizzarmi soprattutto sul parlato, senza leggere. Ma certamente anche inserirli è utilissimo per imparare come si scrivono i nuovi termini che ascolti.

Leggere articoli, blog, libri, giornali in inglese

Ti piace leggere? Prova a leggere direttamente in inglese. Leggendo un libro nella sua lingua originale, hai la capacità di notare tutte le sfumature che, con la traduzione, ogni tanto andrebbero perse. Se usi un Kindle e ti trovi di fronte a un termine che non conosci, risalire al suo significato sarà facilissimo. Grazie al dizionario integrato, basterà premere a lungo sul termine in questione per scoprire la sua definizione.

Oltre ai libri, leggere articoli, giornali e blog scritti in lingua inglese ti aiuta ad ampliare il tuo vocabolario. Soprattutto troverai manciate e manciate di espressioni tipiche di chi lo inglese lo parla da sempre.

App

Ci sono moltissime app che possono essere utili per apprendere questa lingua, da Duolinguo, a Babbel, a Xeropan. Vorrei soffermarmi su quest’ultima.  Xeropan è stata un’ottima scoperta da qualche settimana fa. Recita così

‘Studia l’inglese con quiz interattivi su argomenti quotidiani. Non sono ammesse lezioni noiose.’

e posso confermarti che è proprio vero. Xeropan è ottima per imparare l’inglese e per migliorare le tue skill con la lingua di sua maestà, la regina Elisabetta.

Oltre ad apprendere la grammatica e a una vasta gamma di espressioni comuni, c’è anche la possibilità di chiacchierare in inglese. Eh sì, hai letto bene, chiacchierare. Puoi infatti sostenere degli esercizi di comunicazione con un bot in situazioni reali. L’ultima volta che ne ho fatto uno, si trattava di una visita medica, dove il bot era il mio dottore. 😊

Puoi modulare anche la velocità della sua voce. Da un inglese lento e scandito a una velocità elevata, come se tu stessi parlando con una persona reale.

xeropan app per imparare l'inglese logo blu e bianco

Questi suggerimenti sono solo alcuni di quelli che potrebbero essere messi in pratica per imparare l’inglese. Oltre a quelli sopra citati, come metodo di apprendimento della lingua inglese utilizzo anche i podcast, YouTube, i gruppi Facebook per imparare la lingua inglese, social. Ci sono poi i corsi di lingua – se ne stai cercando uno, ti consiglio una scuola ottima, Intuition, fonte di ispirazione per questo articolo – le ripetizioni, i libri di testo e chi più ne ha più ne metta.

Queste quattro mosse sono quelle che ultimamente sto usando di più. Mi piace però anche cambiare e variare. Le strade sono tante e quando si impara o si approfondisce una lingua straniera, annoiarsi non è una possibilità.

Stai approfondendo un’altra lingua? Questi suggerimenti restano validi. Un elemento essenziale nell’apprendimento di una lingua straniera è la curiosità. Se hai quella tutto diventa più semplice.

E poi? Viaggiare. Così puoi mettere in pratica per davvero quello che hai studiato, ascoltato e assimilato. Ora non si può, lo sappiamo, ma quando si potrà, aggiungi una meta estera alla tua wish list. Nel frattempo, devo riconoscere che siamo però fortunati avendo così tanti tool e possibilità per migliorare il nostro inglese comodamente da casa. Facciamo quindi tesoro di questi periodi di restrizioni per migliorarci.

E ora? Let’s go!

Tu che strategie usi per imparare una lingua straniera?

2 Responses

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *